Feed RSS

Gli scienziati atei si ribellano perché il sacro Darwinismo è stato attaccato.

Inserito il

Il libro di Jerry Fodor e Massimo Piattelli Palmarini, Gli errori di Dawin, riporta il pensiero di dozzina di biologi citati e sostiene una tesi: la selezione naturale come chiave di volta dell’evoluzione, che è il cuore della dottrina darwiniana laicista, non funziona, non è legge scientifica. Il libro dei due scienziati, che dicono di dovere molto a Darwin, è molto forte, destabilizza, come si è visto anche dal nervosismo delle repliche, uno dei pilastri del modo di essere umanisti laici. Non sono creazionisti, biblicisti o religiosi, ma atei anche se nel libro ci sono diverse aperture metafisiche, anzi si definiscono “autori metafisici”. A pag. 159 si dice: “in effetti è molto difficile trovare una spiegazione dell’evoluzione che elimini veramente il deus dalla macchina”. Tantissimi gli scienziati atei che in questi giorni hanno reagito istericamente a questo testo. Ma sono sempre di più coloro che appoggiano le tesi degli autori. Giuliano Ferrara, direttore de Il Foglio, ha intervistato oltre agli autori anche altri scienziati, ha chiesto ad alcuni di loro un impressione sul libro…(continua a leggere)

  1. C’è solo una piccola differenza le teorie scientifiche evolvono e possono cambiare invece la Chiesa rimane ferma a 2010 anni fa, Darwin almeno ha trovato delle prove e l’evoluzionismo non esclude l’esistenza di Dio invece il creazionismo esclude a priori qualsiasi altra teoria.
    Se volete credere che Dio abbia creato tutto in 6 giorni siete liberi di farlo, ma smettetela di cercare di far cambiare idea a chi tanto non la cambierà mai come voi non cambierete mai la vostra.

    • Non mi sembra che sia il caso di paragonare teorie scientifiche (che non sono teorie, ma ipotesi) con verità morali. Pensa un pò, la scienza scopre sempre verità nuove mentre lei è sempre nella sola verità che sua madre le voglia bene o che l’uomo sta meglio quando è contento…mi sembra fermo a 100milioni di anni fa…. Cosa le fa credere poi che noi siamo creazionisti? O che interpretiamo letteralmente la Bibbia? Secondo lei crediamo che il l’universo sia stato fatto in 6 giorni? O che sia il sole a girare attorno alla Terra? O che il rapporto fra la circonferenza di un cerchio e il suo diametro sia esattamente 3 come è scritto nel I Libro dei Re (7,23)??
      Si sbaglia, siamo più evoluzionisti e darwinisti di lei e sicuramente meno dogmatici….prima di tirare assurde conclusioni sarebbe meglio domandare….Le cito una bellissima frase del fisico Paul Davies: : “invocare un miracolo per spiegare la vita è esattamente quello di cui non c’è bisogno per avere la prova di uno scopo divino nell’universo”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: