Feed RSS

I migliori libri usciti nel mese di Aprile 2010.

Inserito il


Divulgazione scientifica.


  • Paolo Ferliga. Attraverso il senso di colpa
    In un cammino che parte dalla filosofa greca e dalla dottrina del peccato originale, confrontandosi con le scoperte della psicoanalisi e delle neuroscienze. Ispirandosi al pensiero di Carl Gustav Jung, l’autore distingue tra un senso di colpa patologico, da cui è necessario liberarsi, e un senso di colpa archetipico, indispensabile per lo sviluppo psicologico personale. Senza relazione con la colpa, l’individuo si ammala. Proiettato all’esterno, nel mondo delle immagini virtuali, perde contatto con il corpo e con l’anima, e si chiude in un atteggiamento narcisistico spesso caratterizzato da un’ansia inspiegabile e da una forte tendenza depressiva.
  • Massimo Piattelli-Palmarini e Jerry Fodor. Gli errori di Darwin
    Gli autori sostengono che il principio darwiniano di selezione naturale e di progressivo adattamento all’ambiente, con grande probabilità, è sbagliato. Piattelli e Fodor processano Darwin e i suoi seguaci più ortodossi. Atei, materialisti, non sospetti di derive creazioniste, i due autori credono che non esistano nella scienza discussioni “inopportune.
  • Domenico Bellantoni. La Percezione di Dio nella preadolescenza. Cinquant’anni di indagini sperimentali.
    Tale contributo vuole costituire una positiva base di lavoro per sostenere ulteriori studi e ricerche nell’ambito della relazione con la divinità e più diffusamente rilanciare la riflessione psicologica sulla religione, facilitando la comprensione di fenomeni sociali e culturali troppo spesso trascurati e confinati come «privatismi e devozionalismi», o quali manifestazioni di una presunta immaturità della persona, finendo col non considerare o non sfruttare appieno le potenzialità e la forza di promozione umana racchiuse in una esperienza religiosa autenticamente vissuta.


Chiesa e Fede Cattolica.


  • Beretta Roberto. La santa puttana. Storia vera di una conversione scandalosa.
    Una “donna di strada” scrive a Radio Maria e chiede di aiutarla a cambiare vita. Decine di migliaia di persone cominciano a fare il tifo per la prostituta che si sta convertendo. In pochi mesi la giovane compie un cammino folgorante: comincia a frequentare la chiesa, scappa dai protettori, va a Lourdes e da padre Pio, si confessa, perdona il papà che l’aveva violentata da bambina. Una storia vera.


False accuse alla Chiesa.


  • Annibale Fantoli. Galileo per il Copernicanesimo e per la Chiesa
    Probabilmente il più completo studio, per completezza e precisione nella ricostruzione storica, della vita di Galileo Galilei, con particolare attenzione ai momenti più significativi del “caso Galileo”.
  • Lucia Ceci. Il papa non deve parlare. Chiesa, fascismo e guerra d’Etiopia.
    Pochi potevano sapere quanto Pio XI disapprovasse quella guerra, quanto temesse che la politica italiana in Africa aprisse la strada a un nuovo conflitto europeo. Un numero ristrettissimo di persone era a conoscenza delle trattative riservate aperte dalla Santa Sede con la Francia per accelerare la soluzione diplomatica. Ancor meno potevano ipotizzare un tentativo vaticano di contattare il presidente americano Roosevelt per un’opera congiunta di mediazione tra Italia e Gran Bretagna. Il libro racconta come la Chiesa cattolica ha affrontato il conflitto italo-etiopico, il fascismo e l’Impero.
  • Rodney Stark. Gli eserciti di Dio. Le vere ragioni delle crociate
    L’autore descrive i complessi intrecci politici, economici e culturali e naturalmente ricostruisce, con rigore e puntualità, la sequenza degli eventi.
  • Francesco Agnoli. Indagine sul cristianesimo. Come si costruisce una civiltà
    Se dovessimo dare retta a quanto scrivono Augias e compagni, dovremmo attribuire al cristianesimo la maggior parte delle sventure e calamità che hanno contraddistinto gli ultimi due millenni della storia dell’uomo. Ma, se si esamina con occhio realmente obiettivo la storia degli ultimi duemila anni, non possono non vedersi gli enormi contributi che il cristianesimo ha portato in tema di sviluppo della civiltà umana. Alla fine di un appassionante excursus attraverso duemila anni di storia, il bilancio è così nettamente in favore di quanti riconoscono che il cristianesimo ha avuto – e continua ad avere – l’indubbio merito di contribuire positivamente all’edificazione della civiltà umana nel corso della storia.


Laicità, Politica e Radici cristiane.




Per chi avesse altro da segnalare può farlo all’indirizzo e-mail: antiuaar@yahoo.it

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: