Feed RSS

Vaticano: le finanze migliorano e aumentano le offerte al Santo Padre.

Inserito il

Il bilancio della Santa Sede tiene, anzi, migliora. Il “rosso” dello Stato della Città del Vaticano, dovuto in maggior parte dalla crisi economica-finanziaria internazionale, si è quasi dimezzato rispetto all’anno scorso. Padre Federico Lombardi ha parlato di una situazione “equilibrata” e “in miglioramento”, presentando il bilancio della Santa Sede 2009. Le entrate corrispondono a circa 250,2 milioni di euro e le uscite a circa 254,3 milioni di euro. Le spese sono quelle dei Dicasteri e Organismi della Santa Sede, i quali, con la loro specifica attività, partecipano alla cura pastorale del Sommo Pontefice nei confronti della Chiesa universale (RadioVaticana e stipendi delle 2700 persone impegnate in questi enti). Rilevanti anche i costi sostenuti per la sicurezza all’interno dello Stato della Città del Vaticano e per i grandi lavori di ristrutturazione della Biblioteca Apostolica Vaticana. E’ aumentato invece di 8 milioni l’Obolo di San Pietro (che nulla c’entra con l’8×1000 o accordi bilaterali tra Stato e Chiesa) cioè le libere offerte che il 29 giugno, festività di S. Pietro, giungono al Papa da tutto il mondo e che non vengono usate per le spese della Santa Sede ma per opere in aiuto dei più poveri e delle missioni nel mondo. Nel 2009 ha superato gli 82,529 milioni di dollari. Le offerte sono arrivate maggiormente da Usa, Francia, Germania e Italia. E’ salito il contributo della Corea e del Giappone. Il Sole 24 ore, Avvenire e Zenit.it hanno dedicato un articolo all’argomento.

Diffondi l’articolo: basta un click su OK (in alto a sx) a questo link.



Notizie correlate
Ecco cosa ha fatto la Caritas Italiana nel 2009 (25/6/10)
L’arcidiocesi di New Orleans dona 1milione di dollari alle famiglie colpite dalla Marea Nera (19/5/10)
Opere di aiuto della Chiesa di Maggio 2010 (6/5/10)
Opere di aiuto della Chiesa di Aprile 2010 (21/4/10)

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: