Feed RSS

Anche il peggiore anticristiano è figlio di Dio

Inserito il

Come parlare di Dio oggi

di Fabrice Hadjadj*
*Institut Européen d’Etudes Anthropologiques Philanthropos

da Avvenire 3/03/13

Prima della mia conversione, devo confessarlo, odiavo questa parola. Quando qualcuno diceva «Dio», mi sembrava che mettesse fine a qualsiasi discussione. Aveva introdotto con l’imbroglio un altro jolly nel mazzo di carte. Era un abracadabra, una formula magica e mi verrebbe da dire addirittura una «soluzione finale», con tutto ciò che può comportare di terrorizzante un’espressione del genere. Una soluzione finale

Annunci

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: