Feed RSS

Archivio dell'autore: Aguado

Gesù ci ha salvato: ma cosa vuol dire? Non bastava la Bibbia? | UCCR

Inserito il

gesu con apostoliPerché Dio ha dovuto farsi uomo? Non bastavano la Bibbia e i dieci comandamenti? Si dice sempre che “Gesù ci ha salvato”: da che cosa? E cosa vuol dire?

Ecco, questo è un punto centrale. Anzitutto, ha fatto la cosa più imprevista che potessimo immaginare: è diventato uomo, uno di noi. Non per modo di dire: era uno che passava per strada a Gerusalemme, che potevi incontrare sotto il portico del Tempio, o vedere mentre stava con gli amici. Uno che mangiava, beveva, prendeva in braccio i bambini che gli avvicinavano. Un uomo. Che condivide tutto della nostra vita umana. Tutto: persino la sofferenza e la morte.

Ma non bastava la Bibbia e i Comandamenti? No, la legge morale -cioè il contenuto dei Comandamenti-, non bastava. Anche se, dice la Bibbia, è stato Dio in persona a darla all’uomo, il punto è che non riusciamo a seguirla fino in fondo. Molto spesso, che ci piaccia o no, sbagliamo. Ma anche se ci riuscissimo, se fossimo capaci di seguire tutti i Comandamenti sempre, senza sgarrare, alla nostra…

http://www.uccronline.it/2016/01/24/gesu-ci-ha-salvato-ma-cosa-vuol-dire-non-bastava-la-bibbia/

Unioni civili, l’intervento di Papa Francesco: «non confonderle con la famiglia» | UCCR

Inserito il

Francesco famigliaIl recente Sinodo sulla Famiglia ha «indicato al mondo che non può esserci confusione tra la famiglia voluta da Dio e ogni altro tipo di unione»Papa Francesco è intervenuto con queste parole, questa mattina e a suo modo, nel grande dibattito sulle unioni civili in corso in Italia, incontrando i giudici del Tribunale della Rota Romana.

Proprio due giorni fa il vaticanista disinformatore Carlo Tecce, del “Fatto Quotidiano”aveva sostenuto che Francesco non avrebbe gradito l’uscita del card. Angelo Bagnasco contro le unioni civili e a sostegno del Family Day, tanto da non averlo voluto incontrare. Andrea Tornielli ha precisato che la motivazione del mancato appuntamento è dovuta al dover dare precedenza…

http://www.uccronline.it/2016/01/22/unioni-civili-lintervento-di-papa-francesco-non-confonderle-

con-la-famiglia/

La peste nera e gli ebrei: a proteggerli ci provò l’Inquisizione | UCCR

Inserito il

peste nera

di Francesco Agnoli*
*scrittore e saggista
da Libertà e Persona, 17/01/16
Nel 1347-1350, come è noto, l’Europa fu devastata dalla peste nera. Si trattò di una ecatombe senza precedenti, tanto che alcuni storici sostengono che quella epidemia pose fine ad un’epoca, per aprirne una nuova. La mortalità oscillava tra i 40 e il 70% a seconda della forza degli individui colpiti e delle loro condizioni. Fu effettivamente una iraddiddio travolgente, che portò da una parte a grandi interrogativi sull’uomo e su Dio, dall’altra a splendide opere di carità e di dedizione ai fratelli, e, infine, a paure inenarrabili, a fobie ed incubi ben comprensibili.

Circa un terzo degli abitanti dell’Europa morì. Ebbene, fu in questa occasione che le comunità ebraiche conobbero una aggressione senza precedenti: molti ebrei furono accusati di avvelenare i pozzi, di essere in qualche mo…

http://www.uccronline.it/2016/01/22/la-peste-nera-e-gli-ebrei-a-proteggerli-ci-provo-linquisizione/

Ipocrisia LGBT: gli italiani a favore del ddl Cirinnà? Ma non erano omofobi? | UCCR

Inserito il

ipocrisiaQuando la comunità Lgbt voleva a tutti i costi far approvare la legge contro l’omofobia, gli italiani venivano descritti come un popolo di navigatori, poeti e criminali omofobi. Messo da parte il ddl Scalfarotto, l’obiettivo sono diventate le unioni civili ed improvvisamente anche gli italiani sono diventati un popolo gayfriendly, pronto e desideroso di approvare non soltanto le unioni civili, ma anche tutto il corollario di istanze Lgbt (invece le statistiche dicono il contrario).

L’Espresso nel luglio 2014 pubblicava fantomatiche classifiche dove l’Italia, che non vuole il ddl Scalfarotto, appariva il Paese nemico delle persone omosessuali: «Discriminazione, paura e aggressioni» era il clima che si respirava nel Belpaese. Oggi, sempre sul Gruppo l’Espresso, una coppia omosessuale descriveminuziosamente quanto invece l’Italia sia gayfriendly, mai nessuna discriminazione subita perché…

http://www.uccronline.it/2016/01/21/ipocrisia-lgbt-gli-italiani-a-favore-del-ddl-cirinna-ma-non-erano-omofobi/

Il medico abortista Gian Benedetto Melis: «la vita? Inizia alla nascita» | UCCR

Inserito il

Gianbenedetto MelisPochi giorni fa Papa Francesco è tornato a combattere l’aborto spiegando che «le persone non sono più sentite come un valore primario da rispettare e tutelare, specie se povere o disabili, se “non servono ancora” – come i nascituri –, o “non servono più” – come gli anziani». Poco tempo prima, sempre parlando dei bambini, aveva condannato quando «si sfruttano o si uccidono prima di nascere».

Gian Benedetto Melis, responsabile del reparto di Ostetricia e Ginecologia del Policlinico di Monserrato (Cagliari) ha ironizzato sulla posizione della Chiesa: «Per la Chiesa è omicidio pure prendere la pillola…». Si, se si tratta della pillola abortiva, poiché quello della Chiesa è un giudizio coerente. Battute ordinarie, quelle di Melis, per chi è lontano dalla Chiesa e caricaturizza i suoi pronunciamenti per poterli deridere.

La cosa sorprendente, però, è che il medico in questione si dichiara credente, cattolico e praticante. E orgoglioso procuratore di aborti: «Nessuna contraddizione, sono due cose separate. Il problema morale riguarda la mia coscienza, la quale mi dice che devo fare tutto ciò che è possibile persalvare le donne e proteggere i loro diritti. Al contrario, mi sentirei in colpa se non facessi il mio dovere». Peccato che, subito dopo, sia lui stesso a contraddirsi spiegando che le richieste di interrompere la gravidanza non sono dovute alla vita…

http://www.uccronline.it/2016/01/20/il-medico-abortista-gian-benedetto-melis-la-vita-inizia-alla-

nascita/