Feed RSS

Archivi categoria: Contraddizioni, assurdità atei

Un’altra figuraccia per l’UAAR a causa di un vigile urbano contro le ostie

Inserito il

Ci risiamo: dopo essersela presa con le campane di Pisa (cfr. Dossier 4/8/10) , l’associazione degli invas-atei razionalisti UAAR -che ha evidentemente molti impegni, bisogna ammetterlo- si è scatenata contro le ostie e la transustanziazione. Ha valutato quale fosse il suo associato che meglio poteva portare avanti la questione dal punto di vista teologico e scientifico-razionale e ha candidato il pensionato e addirittura nientepopodimeno che ex comandante dei Vigili Urbani di Ancona, Dante Svarca. Il razionalista vigile urbano…(continua a leggere)

Università di Jena (Germania): «gli atei in calo, evoluzione favorisce chi crede»

Inserito il

A furia di abortire i figli, discriminare le coppie eterosessuali, eutanasizzare i parenti e suicidare se stessi quando viene meno la voglia di vivere, gli atei stanno calando terribilmente. Anzi, faranno al fine dei dinosauri, l’evoluzione infatti sembra favorire chi crede. Lo rileva uno studio dell’Università di Jena in Germania, in base alla quale le società dominate da non credenti sono destinate all’estinzione mentre i popoli religiosi si evolveranno e si riprodurrano molto più velocemente. La ricerca, condotta su 82 paesi, evidenzia come nei Paesi in cui la gente partecipa a funzioni religiose almeno una volta alla settimana, le famiglie hanno in media…(continua a leggere sul nuovo sito)

Flores d’Arcais strumentalizza le parole del Pontefice e l’Unità lo bacchetta

Inserito il

L’ateo più subdolo e meschino d’Italia, il dipietrista direttore di MicroMega, Paolo Flores d’Arcais, ha pubblicato sul Fatto Quotidiano un articolo dal titolo “Niente sesso, sono il Papa“, dove manipola senza pudore le parole di Benedetto XVI, grazie ad accurati tagli del discorso qua e là. Costruisce così un discorso che Benedetto XVI non ha mai pronunciato e lo attacca per queste parole. Ma che sia la strumentalizzazione di un’idiota frustr-ateo se n’è accorta perfino l’Unità, che (come abbiamo già scritto in Ultimissima 19/1/11) scrive: «Da tempo accade che le parole del Pontefice riportate sui giornali non siano quelle realmente pronunciate. Distrazione o cattiva fede?» Il settimanale Tempi riporta l’accaduto: “manipolare, fraintendere e ribaltare il significato dei discorsi di Benedetto XVI ormai è diventato lo sport nazionale dei quotidiani italiani. La medaglia d’oro, però, se la aggiudica con merito il Fatto Quotidiano, che oggi pubblica a pagina 18 un articolo di Paolo Flores d’Arcais dal titolo: “Niente sesso, sono il Papa”. Lo scientista d’Arcais prende spunto per i suoi collage di citazioni dal discorso di Benedetto XVI in cui dichiara: «un’altra minaccia alla libertà religiosa delle famiglie in alcuni Paesi europei, là dove è imposta la partecipazione a corsi di educazione sessuale o civile che trasmettono concezioni della persona e della vita presunte neutre, ma che in realtà riflettono un’antropologia contraria alla fede e alla retta ragione». Le parole di Benedetto XVI sono 49 ma sul Il Fatto Quotidiano, l’invas-ateo ne riporta appena 11, disarticolando completamente il contesto della frase. Se perfino l’Unità si è accorta dell’ormai disperato tentativo complottista, significa che il leader dell’esoterismo razionalista sta già perdendo colpi.

  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace


  • Notizie correlate
    MicroMega, il razionalismo e l’esoterismo massonico (16/11/10)
    Quando gli atei fanatici di MicroMega e dell’UAAR si insultano fra loro (13/6/10)
    Le “terribili” accuse di MicroMega e Odifreddi alla Sindone (30/5/10).
    Sindone, risposte a MicroMega e a Mauro Pesce (28/6/10)

    Tirelli, l’oncologo dell’Istituto tumori di Aviano: «Veronesi sbaglia, nutrizione e idratazione non sono terapia»

    Inserito il

    L’oncologo Umberto Veronesi ha definito in questi giorni «vita artificiale» gli stati vegetativi o addirittura di qualsiasi persona «priva di coscienza e di vita di relazione». Il sottosegretario Roccella ha subito risposto dichiarandosi «stupita», poiché questa definizione «includerebbe molte forme di disabilità o l’Alzheimer». La ricerca, infatti, ha dimostrato come molte persone apparentemente non coscienti «mostrano invece un’attività cerebrale inaspettata». E «non è affatto escluso che si possano trovare nuove terapie» come suggerirebbero alcuni “risvegli” ottenuti «con nuove e semplici tecniche». Né l’autodeterminazione, poi, «può essere un criterio assoluto scisso dal contesto scientifico, medico e relazionale», altrimenti qualunque paziente potrebbe esigere «un trattamento che il medico giudica inappropriato o dannoso». Anche il direttore del Dipartimento di oncologia medica dell’Istituto nazionale tumori di Aviano, Umberto Tirelli, ha criticato la posizione contraria alla legge sul “fine vita”, calendarizzata in questi giorni dalla conferenza dei capigruppo della Camera, da parte di Umberto Veronesi, che è anche senatore del PD. «Ritengo invece – ha dichiarato l’esperto – che la nutrizione e l’idratazione siano un diritto di qualsiasi essere umano a prescindere dalle sue condizioni di salute». D’altraparte nemmeno per la mozione presentata dal Pd al Senato, idratazione e nutrizione sono considerate terapie. Il ministro Sacconi ha affermato: «Solo in un caso, quello di Eluana Englaro, si è posto il problema di sottrarre una persona, così viva che a nessuno verrebbe in mente l’espianto degli organi, all’idratazione e all’alimentazione. E in questo caso si è reso necessario un percorso di forte determinazione nella conduzione a morte che non possiamo non definire eutanasico».

     

  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace


  • Notizie correlate
    I malati in stato vegetativo e di minima coscienza potranno presto comunicare (11/1/10)
    Il dott. Zangrillo: «sono assolutamente certo che Eluana Englaro è stata uccisa» (17/12/10)
    Il regista Exitu: «su 5mila malati di Sla danno voce solo ai due che si vogliono far fuori» (15/12/10)

    Il Mago Otelma è il nuovo leader degli atei del Partito Radicale.

    Inserito il

    Sicuramente il partito politico attuale più rappresentativo del mondo laicista è quello dei Radicali, paladini della cultura della morte”, di quella «dell’autodeterminazione» e delle «tematiche anticlericali». I leader radicali sono tutti dichiaratamente atei ma, come disse profeticamente Gilbert Keith Chesterton, «chi non crede in Dio non è vero che non crede in niente perché comincia a credere a tutto». Per questo non dovrebbe destare stupore che Marco Belelli, cioè il Mago Otelma, abbia annunciato di «concedere la propria disponibilità a candidarsi alla presidenza della Regione Liguria», e lo farà con la lista radicale Bonino-Pannella. Attualmente –continua IVG– il Mago ricopre la carica di tesoriere presso l’associazione genovese del Partito Radicale. Pochi giorni fa un altro noto esponente dell’ateismo e anticlericalismo italiano, Paolo Villaggio, ha dichiarato: «Sto pensando seriamente al suicidio, so già la data della mia morte, me l’ha detta una maga russa» (da Il Tempo 7/12/10). E mentre l’associazione dei telespettatori cattolici (Aiart) riesce a bandire l’astrologia dalla prima serata di Rai2 (vedi TVblog), sono tanti, tantissimi coloro che si professano “atei” verso Dio ma “credenti” verso la magia, l’esoterismo, l’astrologia, il fato ecc…Non c’è via di scampo: l’ateismo non esiste. Rinunciando a Dio, sono costretti ad inginocchiarsi e ad appoggiare la loro speranza verso altri idoli, altri dèi: magia, denaro, successo, astrologia, scientismo ecc…, e non c’è una posizione più contraddittoria e ridicola.

     

  • Aggiungi su del.icio.us
  • Aggiungi su digg.com
  • Aggiungi su Google
  • Aggiungi su Yahoo
  • Aggiungi su Technorati
  • Aggiungi su Badzu
  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace


  • Notizie correlate
    Paolo Villaggio e l’ateismo perfetto: «credo nella magia e nel suicidio» (9/12/10)
    L’ateo Chiaberge: «l’UAAR, Odifreddi e la Hack mi fanno correre in Chiesa» (24/9/10)
    Studio dello psicologo Hood: anche gli atei pregano (29/7/10)
    The Huffington Post: anche gli atei in fondo sono credenti (25/8/10)
    L’ateismo si basa completamente su un atto di fede (15/4/10)