Feed RSS

Archivi tag: anglicani cattolici

50 sacerdoti e migliaia di fedeli anglicani entrano nella Chiesa Cattolica.

Inserito il

Il Vaticano ha recentemente confermato l’ingresso nella Chiesa cattolica di 5 vescovi (vedi Ultimissima 11/11/10) e 50 sacerdoti anglicani. ItaliaOggi informa che ci sono anche migliaia di fedeli anglicani pronti a seguirli, e che la Chiesa cattolica potrebbe cominciare a rivendicare il proprio status ante-Riforma. Uno dei motivi principali di questi avvenimenti -riporta Religion En Libertad– è stata la decisione della Chiesa d’Inghilterra di ordinare delle donne (per una sorta di finta e forzata equiparazione dei sessi). Decisioni azzardate come questa stanno comunque mettendo in ginocchio l’unità fra gli anglicani, tanto che l’arcivescovo Williams ha recentemente avvertito del “rischio di dissoluzione della Chiesa d’Inghilterra pezzo per pezzo” (vedi ToscanaOggi). Così, moltissimi fedeli vedono (o possiamo dire, “ritrovano”) nella Chiesa cattolica un’istituzione sicura e certa delle sue origini, della sua tradizione e della sua autorità. Per questo l’aspettativa di assistere nei prossimi anni ad un grosso ritorno al cattolicesimo è molto alta.

 

  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace


  • Notizie correlate
    I cattolici superano anglicani e protestanti in Inghilterra e Germania (12/11/10)
    Regno Unito: 5 vescovi anglicani passano al cattolicesimo (11/11/10)
    Papa nel Regno Unito: un’intera parrocchia anglicana passa al cattolicesimo (22/10/10)
    Un vescovo anglicano si dimette per unirsi al Santo Padre (19/10/10)

    Regno Unito: la visita del Santo Padre ha dato una svolta al cristianesimo.

    Inserito il

    La visita di Benedetto XVI nel Regno Unito ha scatenato un’ovazione di successi. Ma ha anche dato l’avvio alla riscossa del cristianesimo e non solo per i cattolici. Da tempo la laicissima Inghilterra sta discriminando i cristiani nelle scuole e nei luoghi di lavoro. L’umiltà e la saggezza del Santo Padre ha dato il via ad una serie di iniziative da parte di anglicani, evangelici, protestanti e cattolici. Addirittura è stata promossa una campagna a livello nazionale chiamata “Non Ashamed”, invitando tutti i cristiani del Paese a restare uniti e a mostrare la propria fede in pubblico senza temere boicottaggi. La campagna è organizzata dal Christian Concern for our Nation, associazione di avvocati in prima linea nella difesa della libertà cristiana nel lavoro e nella società. La testimonial è Shirley Chaplin, l’infermiera licenziata dal suo posto di lavoro per aver indossato una catenina con una croce. In una nota del fondatore della Christian Concern, Andrea Minichiello Williams, pubblicato da Religion En Libertad, si legge: «Come evidenziato dalla recente visita di Papa Benedetto XVI, c’è grande consapevolezza del tentativo di eliminare Cristo dalla vita pubblica, relegandolo al regno del “privato e personale”, con effetti disastrosi sia per gli individui che per la comunità. Questa campagna mira a incoraggiare tutti i cristiani a non vergognarsi di ciò che sono e ciò in cui credono. E’ ora che la Chiesa ritorni alla sua voce e al suo ruolo nella vita pubblica». Williams ha continuato: «Molti cristiani si sono sentiti in grado di parlare e vivere la loro fede pubblicamente. La campagna incoraggia ad indossare un simbolo cristiano in modo vistoso, ma anche a donarlo alle famiglie, amici, vicini e colleghi di lavoro. E’ tempo per la Chiesa di trovare di nuovo la voce». La notizia è anche riportata da Avvenire, qui invece c’è il sito internet dell’associazione.

     


  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace


  • Notizie correlate
    I media del mondo: nel Regno Unito successo del Papa, fallimento degli invasati laicisti (29/9/10)
    Anche i luterani spingono per entrare nella Chiesa Cattolica (24/9/10)
    Regno Unito: inedita e lunghissima diretta dei media su Benedetto XVI (17/9/10)
    Regno Unito: ecco il primo ateo convertito grazie alla visita di Benedetto XVI (16/9/10)

    Anche i luterani spingono per entrare nella Chiesa Cattolica.

    Inserito il

    Verso l’inizio del mese scorso, la Anglican Catholic Church of Canada ha votato l’unione con la Chiesa cattolica, nelle modalità previste dalla Costituzione apostolica «Anglicanorum coetibus» emanata da Benedetto XVI l’anno scorso. La decisione è stata presa nel corso dell’ottavo sinodo provinciale, ai quali era presente l’arcivescovo John Hepworth, primate della Traditional Anglican Communion (da Il Giornale 30/7/10).

    Come riporta il vaticanista Magister, l’atteggiamento di Benedetto XVI nei confronti dei numerosi anglicani che bussano alla porta della Chiesa di Roma chiedendo quasi di entrare, è all’opposto dell’atteggiamento di chi vorrebbe «incassare», veder aumentare la quotazione numerica. Dicendo che è annunciare Cristo al mondo che crea la vera unità, fa di tutto per non suscitare o enfatizzare «corse» nella Chiesa anglicana per entrare nella chiesa cattolica.

    In pochi hanno informato che anche un nutrito gruppo di Luterani ha fatto lo stesso. Ne danno notizia La Razon e Religion En Libertad. La Chiesa Americana Angloluterana ha avviato i contatti con la Congregazione per la Dottrina della Fede, chiedendo di aderire alla Chiesa cattolica.

    Sono sempre più i luterani, battisti, metodisti ed evangelici che ammirano Benedetto XVI, la liturgia e la spiritualità cattolica.

  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace


  • Notizie correlate
    I media del mondo: successo del Papa, fallimento degli invasati laicisti (20/9/10)
    L’anticattolico Jenkins: «in Brasile, Russia, India e Cina sarà incisivo il cristianesimo» (22/7/10)
    Indonesia: musulmani radicali allarmati dalle continue conversioni al cristianesimo (8/7/10)
    Islam, in atto migliaia di conversioni al cristianesimo (11/6/10)
    Non solo ebrei in difesa di Benedetto XVI (9/4/10)