Feed RSS

Archivi tag: calciatori cattolici

Mondiali: Iniesta, Torres e Busquets vanno in pellegrinaggio a Santiago.

Inserito il

La Spagna ha vinto i mondiali di calcio 2010 in Sudafrica. La vittoria contro l’Olanda è stata decisa da un gol del centrocampista del Barcellona Andreas Iniesta. In un’intervista a Marca (La gazzetta dello sport spagnola), il fuoriclasse, assieme a Sergio Busquets, ha promesso che se la Spagna avesse vinto i Mondiali, sarebbe diventato un pellegrino del cammino di Santiago di Compostela. In questi giorni ha dichiarato di voler mantenere la promessa fatta. Ai due si è aggiunto l’attacante Fernando Torres con la sua famiglia. Molti tifosi hanno annunciato che accompagneranno i calciatori nel pellegrinaggio. Le notizie sono riprese da Conlaselection, ReligionEnLibertad e La Gaceta. Il centrocampista David Silva ha invece dichiarato di voler andare, in segno di gratitudine, alla Vergine del monte Carmelo a Beniajan: «mi sono rivolto alla Vergine durante la finale», ha risposto. Il quotidiano spagnolo La Razon, ha invece riportato che David Villa, attaccante spagnolo, ha dichiarato: «la Madonna ascolta sempre». Dopo le non eccellenti partite ad inizio mondiale, infatti, la madre è andata in visita alla Santa Patrona delle Asturie, mentre suo figlio gli ha inviato, via sms, un’immagine della Vergine.
Jesus Navas
, centrocampista della nazionale, ha invece rivelato di aver sempre viaggiato con la Bibbia in vagila e nei suoi stivali ha inciso la frase “Dio è amore”. Carles Puyol ha infine scelto di donare 2 milioni ad un ente cattolico che aiuta i poveri. Il suo agente ha spiegato che il difensore ha preferito questa ONG perché anche lui è un devoto cattolico. Vedi ReligionEnLibertad.

Diffondi l’articolo: basta un click su OK (in alto a sx) a questo link.



Notizie correlate
Mondiali Sudafrica: Sneijder contro Forlan, sfida tra cattolici (7/7/10)
Dossier sul Campionato mondiale di calcio 2010.
Kakà: «vorrei che i giornalisti atei rispettassero la mia fede» (28/6/10)
Mondiali: Federico Marchetti, i portieri italiani e la fede (22/6/10)
Il campione Rooney: «sono cattolico e avrei voluto essere un sacerdote» (18/6/10)
Mourinho, special one anche nella fede (30/6/10)

Mondiali Sudafrica: Sneijder contro Forlan, sfida tra cattolici.

Inserito il

Ieri si è giocata la prima semifinale del Mondiale di calcio in Sudafrica. La Nazionale olandese ha battuto per 3-2 quella Uruguayana. I fuoriclasse delle due formazioni, Sneijder e Forlan, oltre al numero 10 hanno anche in comune la fede cattolica.

Wesley Sneijder, 26enne centrocampista dell’Inter, ha trascinato i nerazzurri alla tripletta: champions, scudetto e Coppa Italia ed è candidato al Pallone d’Oro 2010. Da quando ha lasciato il Real Madrid, per approdare alla Pinetina, sembra avvolto da un’aura magica: tutto ciò che tocca si trasforma in successo. Molto probabilmente è dovuto al grande momento di grande serenità che sta vivendo, che lo ha portato a chiedere il battesimo nella cappella della Pinetina poco prima di partire per il Sudafrica. Grazie alla sua fidanzata e a capitan Zanetti, cattolico praticante, si è infatti convertito al cattolicesimo e ha partecipato ad un corso di catechismo per potersi battezzare. Ne abbiamo parlato in Ultimissime 23/6/10 (vedi anche Wikipedia).

Diego Forlan, 31 anni, è l’attaccante di livello dell’Atletico Madrid e vincitore dell’UEFA Europe League. La squadra, dopo la vittoria del 12 maggio 2010, ha affidato il trofeo alla Vergine di Almudena, santa patrona della città. La cerimonia si è svolta nella cattedrale di Madrid, officiata dal vescovo ausiliare. Il capitano della squadra, Antonio López, assieme al presidente Enrique Cerezo, ha riposto il trofeo sull’altare. Diego Forlan, assieme all’altro devoto cattolico Simao, ha invece donato alla Vergine un bouquet di orchidee bianche e rosse, colori rappresentativi della società sportiva spagnola. Ne abbiamo parlato in Ultimissime 31/5/10.

Diffondi questo articolo: basta un click su OK (alto a sx) a questo link.



Notizie correlate
Dossier sul Campionato mondiale di calcio 2010.
Kakà: «vorrei che i giornalisti atei rispettassero la mia fede» (28/6/10)
Mondiali: Federico Marchetti, i portieri italiani e la fede (22/6/10)
Il campione Rooney: «sono cattolico e avrei voluto essere un sacerdote» (18/6/10)
Mourinho, special one anche nella fede (30/6/10)