Feed RSS

Archivi tag: elezioni medio termine

I cattolici e John Boehner si sono insediati nel parlamento degli Stati Uniti

Inserito il

A Washington si è insediato il nuovo Congresso federale. Marco Respinti su La Bussola Quotidiana ha pubblicato un lungo commento: il Partito Democratico, alleato del presidente Barack Obama, non ha più la maggioranza in entrambi i rami del “parlamento” statunitense. Le elezioni “di medio termine” hanno consegnato la maggioranza della Camera al Partito Repubblicano. I due anni che separano gli Stati Uniti dall’elezione del presidente e del vicepresidente federali prossimi, il 6 novembre 2012, saranno quindi di grande battaglia legislativa tra Democratici e Repubblicani, spesso e volentieri conservatori, forti di una vasto consenso di popolo non solo ma anche rappresentato dal movimento dei “Tea Party”. Nel 2008 Obama iniziò l’avventura presidenziale promettendo di cancellare una serie di provvisioni di legge varate dalla precedente Amministrazione e riguardanti l’aborto, il finanziamento con soldi pubblici della ricerca sulle cellule staminali embrionali, l’eutanasia, la questione omosessuale, il rinnovo dell’appoggio economico a quelle organizzazioni internazionali a cui George W. Bush jr. fece mancare i preziosi denari americani poiché fautrici nel mondo di politiche contrarie al diritto alla vita e alla dignità della persona umana. Il Congresso a maggioranza Democratica gli ha dato man forte e così la Casa Bianca qualche significativo passo in quella direzione, fortunatamente non tutti, lo ha compiuto. Ma da oggi sarà sempre più difficile muovere passi ulteriori, e forse gli ostacoli si riveleranno insormontabili. Uno bello grosso, porta il nome di John Bohner, nuovo presidente della Camera da poco insediato, deputato dell’Ohio e vero cattolico pro-life tutto d’un pezzo.

  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace


  • Notizie correlate
    Stati Uniti: un altro centro abortista costretto a chiudere (13/12/10)
    Elezioni USA: grande successo dei “pro-life” (4/11/10)
    Tea Party: la nuova destra americana che crede in Dio ed è “pro life” (28/10/10)

    Pubblicità

    Stati Uniti: un altro centro abortista costretto a chiudere.

    Inserito il

    Il Planned Parenthood (l’ente abortista più grande del mondo) del New Jersey ha chiuso un altro centro grazie al governatore Chris Christie, il quale ha tagliato i finanziamenti al business dell’aborto. Il Planned Parenthood ha anche annunciato la prossima chiusura di un altro centro abortista nel New Jersey centrale. «Ci dispiace sinceramente dell’impatto che tale decisione avrà sulla comunità e sugli individui in questa area di servizio», ha dichiarato Triste Brooks, Presidente di Planned Parenthood del New Jersey. Questo, continua LifeNews, è il secondo centro di Planned Parenthood costretto a chiudere grazie al governatore Christie. «E’ un momento molto frustrante e sconcertante per noi», ha continuato Brooks. Probabilmente però è solo l’inizio, dopo i risultati incoraggianti delle ultime elezioni di Medio Termine (vedi Ultimissima 4/11/10) infatti, la pacchia per la cultura della morte sembra stia finendo.

     

  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace


  • Notizie correlate
    Una leader femminista e pro-choice definisce il feto umano un “tumore” da cui liberarsi (3/12/10)
    Leader abortista accusata per un falso allarme bomba. Voleva incolpare i pro-life (21/10/10)
    Elezioni USA: grande successo dei “pro-life” (4/11/10)
    Video-testimonianza shock: «sono una sopravvissuta all’aborto, soppressa per i diritti della donna» (26/11/10)
    Crolla il numero di aborti e cresce quello dei medici obiettori (80%) (2/9/10)
    L’aborto aumenta la mortalità della donna, altro che “pro-choice” (30/5/10)