Feed RSS

Archivi tag: inghilterra

Regno Unito: la visita del Santo Padre ha dato una svolta al cristianesimo.

Inserito il

La visita di Benedetto XVI nel Regno Unito ha scatenato un’ovazione di successi. Ma ha anche dato l’avvio alla riscossa del cristianesimo e non solo per i cattolici. Da tempo la laicissima Inghilterra sta discriminando i cristiani nelle scuole e nei luoghi di lavoro. L’umiltà e la saggezza del Santo Padre ha dato il via ad una serie di iniziative da parte di anglicani, evangelici, protestanti e cattolici. Addirittura è stata promossa una campagna a livello nazionale chiamata “Non Ashamed”, invitando tutti i cristiani del Paese a restare uniti e a mostrare la propria fede in pubblico senza temere boicottaggi. La campagna è organizzata dal Christian Concern for our Nation, associazione di avvocati in prima linea nella difesa della libertà cristiana nel lavoro e nella società. La testimonial è Shirley Chaplin, l’infermiera licenziata dal suo posto di lavoro per aver indossato una catenina con una croce. In una nota del fondatore della Christian Concern, Andrea Minichiello Williams, pubblicato da Religion En Libertad, si legge: «Come evidenziato dalla recente visita di Papa Benedetto XVI, c’è grande consapevolezza del tentativo di eliminare Cristo dalla vita pubblica, relegandolo al regno del “privato e personale”, con effetti disastrosi sia per gli individui che per la comunità. Questa campagna mira a incoraggiare tutti i cristiani a non vergognarsi di ciò che sono e ciò in cui credono. E’ ora che la Chiesa ritorni alla sua voce e al suo ruolo nella vita pubblica». Williams ha continuato: «Molti cristiani si sono sentiti in grado di parlare e vivere la loro fede pubblicamente. La campagna incoraggia ad indossare un simbolo cristiano in modo vistoso, ma anche a donarlo alle famiglie, amici, vicini e colleghi di lavoro. E’ tempo per la Chiesa di trovare di nuovo la voce». La notizia è anche riportata da Avvenire, qui invece c’è il sito internet dell’associazione.

 


  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace


  • Notizie correlate
    I media del mondo: nel Regno Unito successo del Papa, fallimento degli invasati laicisti (29/9/10)
    Anche i luterani spingono per entrare nella Chiesa Cattolica (24/9/10)
    Regno Unito: inedita e lunghissima diretta dei media su Benedetto XVI (17/9/10)
    Regno Unito: ecco il primo ateo convertito grazie alla visita di Benedetto XVI (16/9/10)

    Gli inglesi non scommettono sull’accoglienza al Papa perché: «sarà di certo una folla enorme».

    Inserito il

    Oggi ci dedicheremo alla visita del Santo Padre nel Regno Unito. L’avvenimento può essere seguito sul dossier che abbiamo creato in home-page: Tutte le novità e i video del viaggio di Benedetto XVI nel Regno Unito.

    Avvenire ha riportato una curiosa notizia. Si sa che gli inglesi scommettono su qualsiasi cosa, dalla temperatura climatica al decesso della suocera. rivela che i bookmaker hanno accettato puntate anche sul fatto che il Papa possa essere sorpreso in un pub a ordinare una birra (beve solo aranciata…). Sorprendentemente però non si accettano però scommesse su quante persone, alla fine, faranno a gara per vederlo anche solo passare. Il motivo? «It will be terribly crowded for sure», rispondono. Cioè: «Sarà sicuramente una folla enorme». Se lo dicono loro, che avevano dato per certa l’elezione del cardinal Ratzinger a Papa dal giorno numero 1 di sede vacante, c’è da crederci.



    Cosa dice la stampa inglese (dall’Agenzia SIR):

    “Daily Telegraph”: questa mattina è apparso con un articolo di prima pagina e un editoriale.

    “Times”: oltre a un articolo, il maggior quotidiano inglese è uscito con un supplemento di sedici pagine con un lungo articolo del giornalista Edward Stourton, che paragona Benedetto XVI al Cardinale Henry Newman.

    Anche “Independent” e “Guardian”, gli altri due più importanti quotidiani, dedicano spazio alla visita del Santo Padre.

    Il “Telegraph”, ha dedicato un editoriale intitolato: “Un benvenuto caloroso in Gran Bretagna per il Papa”. Nell’articolo si ricorda che alla Regina spetta il compito di accogliere il Papa questa mattina nel palazzo di Holyrood a Edimburgo e ricorda come “Fu la sovrana la prima monarca inglese ad andare in Vaticano nel 1980” e sempre lei ad invitare Giovanni Paolo II nel 1982. Lo stesso quotidiano da spazio, in prima pagina, alle dichiarazioni di un ministro del governo conservatore, di religione musulmana, la baronessa Warsi che ha detto che il nuovo governo comprende la fede e vuole che i gruppi religiosi abbiano un ruolo più preminente nella società britannica.



    Proteste? Ecco due immagini riassuntive…

    ◄Accoglienza:

    Proteste▼

  • Aggiungi su Facebook
  • Aggiungi su OKNOtizie
  • Aggiungi su Twitter
  • Aggiungi su Windows Live
  • Aggiungi su MySpace