Feed RSS

Archivi tag: referendum

Cari irlandesi, non illudetevi: le unioni gay rimangono eticamente contro l’uomo | UCCR

Inserito il

Referendum irlandaCome prevedibile, al referendum irlandese per stabilire se i matrimoni tra due persone dello stesso sesso debbano o meno essere inseriti nella carta costituzionale, hanno vinto i “si”. Ora assisteremo per qualche giorno alla solita retorica della “vittoria del progresso contro l’oscurantismo”, così come è avvenuto dopo la legalizzazione in Francia. Almeno prima che si verificasse il boom di divorzi delle coppie gay sposatesi in quell’occasione e arrivassero dati e statistiche subito nascoste dai promotori delle campagne Lgbt.

In Irlanda era facile immaginarlo data la violenta spinta lobbystica organizzata nelle settimane precedenti. Tutti i principali uomini di spettacolo (che fanno sempre grande presa sul popolo) e i media internazionali,…

http://www.uccronline.it/2015/05/23/cari-irlandesi-non-illudetevi-le-unioni-gay-rimangono-eticamente-contro-luomo/

Pubblicità

Rodotà chiede al comune di Bologna di non risparmiare

Inserito il

Stefano RodotàNonostante il 70% dei bolognesi non sia per nulla turbato dal fatto che il Comune finanzi le scuole paritarie (usando lo 0,8% del bilancio totale del Comune), il giurista Stefano Rodotà non si arrende ed ètornato a chiedere al governo di tenere conto del risultato del recente referendum contro le scuole paritarie…

 

http://www.uccronline.it/2013/06/16/rodota-chiede-al-comune-di-bologna-di-non-risparmiare/

Fondi alle paritarie: sconfitti Rodotà e il “Fatto Quotidiano”

Inserito il
BolognaAi cittadini bolognesi è stata offerta la possibilità di lanciare un segnale al governo locale (e a quello nazionale): se non siete d’accordo con il sistema attuale scolastico che prevede il finanziamento statale alle scuole paritarie, recatevi

http://www.uccronline.it/2013/05/27/fondi-alle-paritarie-sconfitti-rodota-e-il-fatto-quotidiano/

Referendum paritarie: gli esperti contro “Rodotà&Scamarcio”

Inserito il

Referendum BolognaDomenica 26 maggio 2013 a Bologna i cittadini saranno chiamati alle urne per pronunciarsi su uno sciocco referendum consultivo dal costo di circa 300mila euro, circa il finanziamento di un milione di euro destinato agli asili paritari. Il referendum non ha alcuna validità

 

http://www.uccronline.it/2013/05/24/referendum-paritarie-gli-esperti-contro-gli-estremisti-rossi/

Referendum scuola a Bologna: comunisti contro moderati

Inserito il

Referendum BolognaIl 26 maggio i cittadini di Bologna saranno chiamati alle urne per unreferendum consultivo (cioè senza raggiungimento del quorum), dal costo di 500mila euro, per scegliere se abolire o meno il finanziamento comunale alle scuole paritarie convenzionate. Si tratta di un’iniziativa portata avanti da frange rosse e stataliste, riunitesi sotto il comitato«Articolo 33» formato da Sinistra Ecologia e Libertà (SEL) e dal Movimento 5 Stelle locale.

 

http://www.uccronline.it/2013/04/10/referendum-scuola-a-bologna-comunisti-contro-moderati/