Feed RSS

Archivi tag: stato vegetativo

L’inutilità del testamento biologico e dei registri comunali | UCCR

Inserito il

biotestamentoL’istituzione del registro dei testamenti biologici nei Comuni? Un vero fallimento come dimostrano i casi in cui è stato approvato, ma sopratutto un’operazione completamente inutile.

 

http://www.uccronline.it/2013/01/22/linutilita-del-testamento-biologico-e-dei-registri-comunali/

Progressisti e associazioni mediche contro il suicidio assistito

Inserito il

Pochi organi di informazione hanno riportato che lo scorso 6 novembre, assieme all’elezione presidenziale, gli abitanti dello stato americano del Massachusetts hanno rifiutato la legalizzazione del cosiddetto “suicidio assistito”. La notizia ha una certa rilevanza in quanto il Massachusetts è rinomato per essere tra i più liberal degli USA, con il 48% di abitanti non particolarmente interessato alla religione. Ma c’è un altro motivo per cui vale la pena segnalare questo risultato, ovvero che contro il suicidio assistito si sono schierate le più importanti voci medico-scientifiche e mediatiche americane, oltre ovviamente alla Chiesa cattolica.

 

http://www.uccronline.it/2012/12/15/progressisti-e-associazioni-mediche-americane-contro-il-suicidio-assistito/

«Gli stati vegetativi non sono certo binari morti» | UCCR

Inserito il

E’ ormai appurato senz’ombra di dubbio che i pazienti in stato di minima cosicenza (MCS), oltre ad essere vigili, possiedono consapevolezza e, in alcuni casi, capacità di realizzare forme di comportamento volontario. Ancor di più nello stato definitosindrome locked-innel quale sono preservate sia la vigilanza che la consapevolezza. Nello Stato vegetativo, invece, è preservata soltanto la vigilanza mentre la consapevolezza sembra essere assente.

http://www.uccronline.it/2012/12/01/gli-stati-vegetativi-non-sono-certo-binari-morti/

l suicidio assistito aumenta il tasso di suicidi nella popolazione | UCCR

Inserito il

La dottoressa Jacqueline Harvey del Lozier Institute e docente presso l’University of North Texas, ha analizzato la letteratura scientifica relativa al suicidio assistito negli ultimi 20 anni, laddove consentito dalla legge e particolarmente in Olanda e nord-ovest degli Stati Uniti: Oregon e Washington.

Nuovo studio: il suicidio assistito genera gravi traumi nei parenti | UCCR

Inserito il

Il governo federale canadese si è recentemente pronunciato sulsuicidio assistito affermando che la sua legalizzazionesminuisce il valore della vita e potrebbe portare le persone più vulnerabili a prendere provvedimenti drastici nei “momenti di debolezza”. Nel giugno 2012, invece, il Canadian Medical Association Journal ha pubblicato un editoriale chiedendo un ampio dialogo nazionale per discutere di ciò che ha descritto come “omicidio terapeutico” (interessante l’inquientate richiamo alla morte come terapia), sostenendo che il destino della legge sul suicidio assistito dovrebbe essere decisa attraverso il processo democratico, e non attraverso i giudici.

http://www.uccronline.it/2012/10/29/nuovo-studio-il-suicidio-assistito-genera-gravi-traumi-nei-parenti/